Casalmaggiore, Via Baslenga n.32 e n.36 Ufficio Centro Medicina dello Sport, Tel. 0375-200498 Ufficio Settore Sportivo Tel. 0375-200881

La fatica non è mai sprecata: soffri e sogni

Lo Sport occasione per crescere insieme

Ultime novità

  •     

    Soffri ma Sogni, una tra le più belle frasi  esprese da PIETRO MENNEA, un vero e proprio gigante della Storia moderna.

    Molti conoscono, anche se non nei dettagli, il valore agonistico di Mennea, il suo record del Mondo nei m. 200, tutt'ora record europeo, la sua medaglia d'oro Olimpica e tutto ciò ottenuto con determinazione, passione e volontà quasi sovrumane.

    Pochi sono a conoscenza delle Sue numerose "altre" vite spese sui libri, anche qui con una ricerca quasi "maniacale" di un "riscatto sociale" che gli "togliesse di dosso" quell'essere Uomo del meridione, barlettano, proveniente da famiglia di condizioni "modeste". Mennea conquista ben quattro lauree che lo rendono, di certo, uno dei grandissimi sportivi più colti del pianeta.

    E tutto ciò rende Mennea Uomo di grande generosità, un filantropo, che lo porta a costituire una Fondazione Onlus a favore dei giovani meritevoli e socialmente in difficoltà, a diffondere il valore dello sport, a combattere il doping, a promuovere la lettura con la diffusione del sapere attraverso la donazione/costituzione di biblioteche nelle scuole.

    Lo scrittore STEFANO SAVELLA, Autore del ibro "Soffri ma Sogni. Le disfide di Pietro Mennea da Barletta" ha saputo raccontare con dovizia di particolari , anedotti accattivanti  e tanta semplicità, la Vita e la Storia di colui che può, a pieno diritto, essere posto quale stupendo esempio alle nuove generazioni. 

    Una serata apprezzata, partecipata, che ha visto presenze non solo di "campo", ma del mondo della neuropsichiatria, della scuola, del volontariato, della famiglia.

    Grazie STEFANO che hai voluto donare anche alla nostra Associazione la Tua passione di ruicercatore e di scrittore .

    (Allegate alcune FOTO della bella ed arricchente serata)


    ... continua a leggere

  •     

    Grande successo per il primo incontro dell'Allenamento Mentale.

    Ventuno gli Atleti che hanno scelto di partecipare. Un gruppo ideale che la Dott.ssa Carola Feddi manterrà compatto per tutt'e tre i prossimi incontri.

    La serietà con cui gli adolescenti hanno accolto le proposte formulate rispettando pienamente le consegne, ascoltando con rispetto e profonda partecipazione sia i momenti di riflessione che di azione, hanno permesso di esprimere grande gioia ed ammirazione alla stessa psicologa.

    Una proposta di certo innovativa che premia le Famiglie che trarranno, attraverso questi interventi, benefici riflessi grazia alla crescita in maturità dei Loro figli.


    ... continua a leggere

  •     

    FILIPPO VISIOLI : un argento italiano che vale ORO !

    Ai recenti Campionati Italiani Cadetti di CLES l'Atleta INTERFLUMINA è più Pomì, allenato dalla Prof.ssa LILIANA STAGNATI Tecnico FIDAL di Valore Europeo  per le Discipline della Resistenza,   ha ottenuto una preziosa medaglia d'ARGENTO nei m. 2000 con il record personale (5'53"62), ma per tutti noi è il vero Campione Italiano.

    FILIPPO era da tutti atteso sul podio più alto, ma la rigidità dell'organizzazione che ha "bloccato-obbligato" gli atleti a restare fermi in "sala d'attesa" per 20' prima della gara, ne ha di fatto compromesso la realizzazione.

    Perchè il bravo Atleta LORENZO CIPRIANI, tradizionale "Amico-avversario" di Filippo è giunto primo in 5'53"29, davanti a Filippo di soli 33 centesmi di secondo che in un 2000 m. quasi scompaiono?  La risposta è semplice : Lorenzo Cipriani si è imposto agli organizzatori chiedendo di andare in bagno e, riscaldandosi a dovere, si è presetato in pista solo al momento della gara.

    Cartellino rosso agli organizzatori, encomio a Cipriani che ha trovato una strategia legittima, ma amarezza per FILIPPO VISIOLI assoluto vincitore morale della gara.

    Le belle FOTO Allegate  (FILIPPO appare con il pettorale n° 1, anche questo a trestimonianza dell'essere "vincitore in pectore") mostrano un eccellente ATLETA e gli restituiscono la GIOIA di continuare a credere nello sport, nella Sua Atletica Leggera ed anche nella "GIUSTIZIA SPORTIVA" !!!
     


    ... continua a leggere